Il mondo di Rosanna

2006-2007
Rosanna non viaggia. Almeno non come si intende di solito. Non può permetterselo, dice, perché vive di una modesta pensione. In gioventù qualche luogo lo ha però visto. Prima di sposarsi ha lavorato un paio d'anni in fabbrica in Svizzera, a San Gallo, vicino al Lago di Costanza. Per lei giovanissima veneta di provincia, è stata un'esperienza così intensa che la ricorda ancora come se fosse accaduta ieri.

Appena sposata, dopo il viaggio di nozze a Venezia e l'emigrazione a Torino, ha fatto qualche vacanza al mare con il marito e i due figli: Toscana, poi Romagna. Il viaggio più lungo è stato quello dell'estate 1968: tutti su una 850 familiare fino a San Giovanni Rotondo, passando per Roma, Napoli e poi ritorno lungo la costa Adriatica.

Con gli anni Mario si è però fatto sedentario dedicandosi a coltivare una vigna fino alla sua morte. Così Rosanna ha smesso di viaggiare. La geografia e il mondo sono rimasti per lei qualcosa di poco chiaro. Nord, sud, Francia o Germania sono concetti molto vaghi e intercambiabili che possono stare un po' dovunque. Da questi posti così strani i figli le portano dei souvenir. Lei li compone nella vetrinetta del tinello secondo la sua fantasia. E in questo modo viaggia anche lei. Con la mente. Un luogo che permette a chiunque di essere frequentato senza discriminazioni.

Dimenticavo: Rosanna è mia madre.



















































Il mondo di Rosanna, ©2007 Fulvio Bortolozzo.

Le fotografie ed i testi pubblicati in questo blog sono di mia esclusiva proprietà. Chi viola il Copyright sarà perseguito a norma di legge.
The photographs and texts published in this blog are my exclusive property. Who violates the Copyright will be pursued according to law.

Post popolari in questo blog

Naufragi

Scene di passaggio (Soap Opera)

Passi carrai